ragazzi del mercantini

Visite: 170

Sabato 4 giugno alle ore 21.00, nella splendida cornice del Teatro storico “Luigi Mercantini” di Ripatransone, è stata messa in scena dagli alunni della classe 3B LSU del Liceo delle Scienze Umane Luigi Mercantini di Ripatransone una suggestiva narrazione teatrale dal titolo “LuigiMercantini: ieri, oggi e...domani?”, rappresentazione diretta magistralmente dal regista Edoardo Ripani.

Alla presenza delle massime autorità cittadine, in primis il sindaco Alessandro Lucciarini De Vincenzi, della Dirigente Sabrina Vallesi e dei docenti dell'IIS “Fazzini/Mercantini”, della Dott.ssa Francesca Romallo – Dirigente dell'USP di Ascoli Piceno - dei genitori e della cittadinanza ripana, gli allievi hanno provato con successo a “prendere il testimone, a mettersi nei panni degli “eredi” dello scrittore, del poeta, del patriota, dell’intellettuale, dell’orgoglio ripano”, come recita un passo della narrazione, opera prima elaborata e costruita dagli studenti con la sapiente collaborazione del regista Edoardo Ripani, della Prof.ssa Rosanna Listrani e dei docenti del Consiglio di Classe.

La rappresentazione teatrale ha concluso in bellezza un ampio e articolato progetto scolastico inserito all'interno dei Percorsi per le Competenze Trasversali, attività che ha visto i ragazzi in una prima fase impegnati nella ricerca e nella selezione delle fonti, con l’aiuto prezioso del Prof. Marco Bagalini,  per proseguire poi con lo studio e l'approfondimento del contesto storico in cui Mercantini ha agito nonché dei suoi testi più significativi e coerenti al percorso di un Liceo delle Scienze Umane. Queste attività hanno ispirato gli studenti nella costruzione del copione, conducendo la loro vena creativa dal Mercantini poeta risorgimentale verso riflessioni che hanno permesso anche agli spettatori di indugiare su questioni quali l'insensatezza della violenza, il ruolo della donna nella società e il diritto all'istruzione.

I ragazzi hanno saputo mettere in gioco e condividere sia i loro talenti che emozionanti esperienze di vita, tasselli di un armonioso puzzle dalla potente linea narrativa che li ha aiutati ad illuminare le loro diversità per scoprirle poi come un innegabile e sorprendente punto di forza che ha cementato il gruppo classe in maniera forse insperata. 

Una serata davvero indimenticabile, immortalata dalla sapiente messa a fuoco di Pamela Lanciotti.

Torna all'inizio del contenuto